Hanno ucciso Kenny! Chi è stato?
Soluzione: La Pera.
Analizzando il tipo di ferita di Kenny possiamo capire che l’arma utilizzata per ucciderlo può essere la pistola oppure la spada. L’ascia no perché farebbe un taglio più lungo e largo. Non possiamo però scagionare la banana perché potrebbe aver cambiato l’arma con la mela. A questo punto per identificare l’assassino bisogna capire se c’è qualcuno che sta mentendo. Chi sicuramente non sta dicendo la verità è la Pera perché non può aver sentito il rumore della pistola visto che ha il silenziatore. L’assassina è infatti lei e ha ucciso Kenny con un affondo di spada e poi ha pulito il sangue dall’arma con il panno che vediamo per terra! La mela ha mentito dicendo di aver scambiato l’arma con banana per paura di essere arrestata ma non è l’assassina.

Kenny muore cadendo da una finestra. Omicidio o suicidio?
Soluzione: Omicidio
Si capisce che Kenny non si è suicidato da questi 3 dettagli: 1) Non è possibile che dopo una caduta del genere abbia ancora foglio e penna in mano. 2) È caduto di schiena… nessuno si butta all’indietro! 3) La luce della stanza è spenta.
Ecco come sono andati i fatti: L’assassino dopo aver buttato dalla finestra Kenny è uscito dalla stanza spegnendo la luce. È uscito dalla palazzina dimenticandosi di chiudere la porta e ha messo foglio e penna in mano alla vittima. Poi è scappato.

Kenny muore in un bagno. Omicidio o suicidio?
Soluzione: Omicidio
Kenny decide di andare a vedere un film horror al cinema. Il film in questione è Saw 1, la versione 4D. È incuriosito da questa cosa del 4D perché non riesce ad immaginarsi quale possa essere la quarta dimensione che aggiungeranno. Forse gli schizzi di sangue lanciati nel pubblico? Gli odori?… boh. Fatto sta che il film comincia e lui se lo guarda attentamente. A metà del film incomincia ad indispettirsi perché non trova nulla di differente rispetto alla versione originale del film. A questo punto va al bagno del cinema. Il WC è veramente brutto. Ha solo un orinatoio a muro. Si accinge a fare la pipi ma… sviene. Quando si risveglia si ritrova ammanettato al muro e con un coltello in mano. Capisce subito che deve tagliarsi la mano per uscire e così fa. Va verso la porta ma la trova chiusa. Una voce oltre questa gli dice: “Se rispondi bene a questo enigma ti aprirò la porta”. Kenny risponde: “Ok, ma fai in fretta che sto morendo dissanguato!”. L’uomo fuori della porta allora gli dice l’indovinello: “Se le unisci, dividono…”. Kenny risponde: “Cipolla!”… È così che Kenny morì dissanguato. Le Pere detective hanno lavorato bene e moltissime di loro hanno capito che Kenny è stato ucciso.

Kenny è stato pugnalato. Chi è l’assassino?
Soluzione: C
A e D stavano chattando e lo possono dimostrare facendo vedere la cronologia della chat. B e C stavano giocando online ma si capisce che stanno mentendo perché essendo andata via la luce i computer non potevano rimanere accesi. Quindi è stato B o C. Per capire chi dei due è l’assassino bisogna guardare dei dettagli tipo la gocciolina di sudore di B e la faccia arrabbiata di C. Da queste due cose si capisce che C sta minacciando B con un arma alla sue spalle e gli sta facendo dire una bugia per dare un alibi a C. A rafforzare il fatto che C non stesse giocando al computer è il fatto che D lo ha visto in cucina. D infatti era in cucina a fare il pollo con le patate quando ad un certo punto è entrato Kenny che gli ha fatto lo sgarro di mettersi a frullare l’avocado facendo saltare la luce. Questo ha fatto imbestialire C che ha preso un coltello e lo ha ucciso. È stato quindi C come molte Pere Detective hanno dedotto!

Due morti in una cella. Dov’è l’assassino?
Soluzione: L’assassino è l’uomo di destra steso a terra.
Kenny finisce in galera per aver sparato ad una vecchietta. Lo chiudono in una cella insieme ad un’altra persona. Tutto va a gonfie vele fino a quando Kenny dice al suo compagno di cella che Youtube Italia è interessante. A questo punto a quell’uomo gli scatta la rabbia e tira fuori una pistola che aveva nascosto nel condotto di areazione. Minaccia Kenny dicendogli che se non si rimangia quello che ha detto lo ucciderà. Kenny non ci sta e rilancia dicendo che i popolari di Youtube Italia sono contenuti di altissimo livello. L’uomo schizza di capo, infila la pistola in bocca a Kenny, che nel frattempo si era appoggiato al muro e preme il grilletto. Kenny muore a causa di quel colpo che gli trapassa la testa. L’uomo prova a scappare sparando alle sbarre ma nel fare questo si ferisce leggermente. Capisce che non riuscirà mai ad evadere dalla cella in quel modo, quindi si finge morto aspettando l’arrivo della guardia. Il suo scopo è quello di prendere il secondino in ostaggio e scappare. In questo caso moltissime Pere Detective sono riuscite a capire questo strano caso.

Kenny muore per dei colpi di pistola.
È un omicidio o un suicidio?
Soluzione: Suicidio
Kenny decide di farsi un bel pranzetto. Prepara la zuppa, mette il vino in tavola e si accinge a gustarsi il suo pasto. Qui succede il dramma che lo sconvolge. Si rende conto di aver preso la forchetta invece del cucchiaio! Potete immaginare la frustrazione e l’ansia che gli possa essere presa in quel momento devastante. A questo punto ha solo due possibilità: andare a prendere il cucchiaio nella cucina oppure spararsi due colpi nel petto. È molto combattuto sulla scelta da fare ma riesce a prendere una decisione dopo aver visto il quadro di suo nonno Severo che gli diceva sempre di prendere la strada più difficile perché è quella che porta più lontano. Kenny interpreta quella frase in modo sbagliato e decide che la scelta più giusta da fare è quella di spararsi. Kenny si rende conto che prima di morire deve fare una cosa utile quindi spara alla vecchietta rompiballe del palazzo di fronte. Il primo colpo va a segno ma ne piazza un secondo per essere sicuro. Fatto questo si spara due colpi: uno sulla pancia ed uno sul petto. Kenny sente tantissimo dolore ma ancora non muore. Decide di sparasi anche un colpo in bocca per farla finita senza ulteriori sofferenze. Anche questa volta Kenny muore ma le Pere detective non risolvono il caso ingannate dai buchi sulla finestra (i vetri interni dove sono?).

Kenny muore impiccato.
È un omicidio o un suicidio?
Soluzione: Suicidio
Un’altra giornata di delirio per Kenny che finisce immancabilmente con una morte brutale. In questo caso Kenny è tranquillo e beato in camera sua. È particolarmente felice perché quella sera avrebbe dovuto regalare l’anello di fidanzamento alla sua ragazza. A un certo punto però lo chiama un suo amico che gli dice di aver visto la sua compagna abbracciata ad un altro. Questa notizia lo fa disperare. Va in escandescenza ed incomincia a prendere a pugni i muri della stanza lesionandosi la mano e lasciando macchie di sangue di qua e di là. In questo atto di totale pazzia si arrampica sulla scrivania (che noi non vediamo), strappa le tende (che erano un regalo della sua ragazza) e le getta dalla finestra. Facendo cosi riesce anche a sporcare di sangue la parte alta del soffitto. Totalmente fuori controllo Kenny riesce però a riprendere un attimo di lucidità e decide che non si deve abbattere e che si deve tranquillizzare. Decide che deve iniziare a riprendersi la sua vita fin da subito e lo vuole fare a piccoli passi. Magari sistemando un quadretto al muro che era da mesi che lo voleva fare. Prende martello e chiodi dall’armadio e lo appende al muro. Il quadretto però rimane torto. Questa cosa lo fa imbestialire perché era una delle cose per cui la sua compagna lo prendeva sempre in giro e gli diceva che era uno sfigato. Gli diceva che non sapeva fare nulla di pratico. Pensando a questa cosa si incavola ancora di più e lancia il martello sul soffitto facendo cadere l’intonaco. È proprio adesso che decide di suicidarsi. L’unico modo che ha è quello di impiccarsi. Pensa di utilizzare la sedia ma gli manca una gamba allora pensa di usare la scrivania che si trova sotto la finestra. La trascina al centro della stanza, toglie il lampadario e a quel punto gli viene in mente l’idea di creare un congegno a carrucola per rendere spettacolare il suicidio proprio per far vedere alla sua ragazza quanto ingegno ha invece di utilizzare semplicemente la scrivania e gettarsi da questa. Decide che getterà la scrivania dalla finestra che una volta legata gli farà da contrappeso per potersi uccidere. Con una forza fuori dal normale riesce a lanciare la scrivania dalla finestra e così facendo muore impiccato!… L’orologio non centra nulla! Le Pere Detective questa volta non sono riuscite a risolvere il caso!

Kenny muore dissanguato nella vasca.
È un omicidio o un suicidio?
Soluzione: Omicidio
I genitori di Kenny vanno in vacanza per due giorni. Kenny invita la ragazza a casa e gli chiede di fare un bagno romantico insieme. La ragazza si rende conto che Kenny ha ancora la foto della ex-fidanzata in bagno quindi si arrabbia e presa da un gesto d’ira lo spinge facendogli battere la testa sullo spigolo della vasca. Presa del panico, vedendo che Kenny non respira più, decide di inscenare un finto suicidio. Torna in camera da letto, si riveste e ritorna in bagno e chiude la porta a chiave. Scrive sullo specchio “addio” cercando di rifare la calligrafia di Kenny ma compie un errore mettendo il cuoricino sopra la “i”. Gesto che le donne fanno inconsciamente. Era riuscita a non scrivere tutte le lettere a forma di “o” ma il cuoricino proprio non è riuscita a non farlo. Prende una lametta e taglia le vene del braccio sinistro di Kenny e pone la lametta nella sua mano destra. Qui compie un’altro errore perché fa intendere che Kenny è destro ma poi il rossetto con cui ha fatto la scritta lo ha messo sulla sinistra. A questo punto decide di uscire dalla finestra ma compie un’ultimo errore: si sporca di sangue le mani ed una scarpa lasciando delle macchie sul muro e sulla maniglia della finestra. Accosta la finestra e si cala dalla grondaia. Pensa di averla fatta franca… ma le Pere Detective l’hanno scoperta!

Kenny muore per un colpo di pistola.
È un omicidio o un suicidio?
Soluzione: Omicidio
Kenny invita un suo amico a casa per cena. Kenny e il suo amico bevono tranquillamente un bicchiere di vino a testa. Kenny, che regge poco il vino, ammette di aver pomiciato con la ragazza dell’amico lo scorso sabato in discoteca. A questo punto l’amico si incavola ed estrae una pistola carica dalla tasca. Di solito non va in giro armato ma quella sera ha la pistola perché era andato al poligono di tiro e si era scordato di rimetterla apposto. L’amico minaccia Kenny di ucciderlo e lo intima di dire qualcosa di intelligente per potersi tirare fuori da questa situazione. Kenny, che è molto furbo, riesce a dire solo una frase: “alla tua ragazza gli puzzava pure l’alito quindi neanche mi è piaciuto.” Dopo questa affermazione l’amico spara nella parte laterale della testa di Kenny. Preso dal panico l’amico mette la pistola nella mano sinistra di Kenny e scrive una finta lettera di addio. L’amico compie un clamoroso errore perché Kenny è mancino ma lascia la penna sulla destra del foglio. A questo punto l’amico scappa e si scorda anche di togliere il bicchiere da cui ha bevuto. Pensa di averla fatta franca ma le Pere Detective lo hanno scoperto!